Morti in corsia, infermiera fa ricorso

Laura Taroni, ex infermiera del pronto soccorso di Saronno (Varese) ricorre in Appello contro la sentenza di condanna a 30 anni in abbreviato, emessa dal Tribunale di Busto Arsizio (Varese) per gli omicidi del marito e della madre, delitti di cui è stata accusata in concorso con l'ex viceprimario del pronto soccorso di Saronno (Varese) Leonardo Cazzaniga, imputato a processo (ha scelto il rito ordinario) anche per 11 decessi in corsia e per la morte del suocero della donna. Lo ha reso noto il suo avvocato Monica Alberti, la quale ha precisato di aver "rinnovato la richiesta di perizia psichiatrica per tutti i reati contestati alla mia assistita, in special modo relativamente alla morte della madre, per cui non è stata fatta". Nelle 80 pagine di ricorso stilate dal legale, come ha lei stessa spiegato, "sono state rinnovate le richieste di attenuanti generiche". Relativamente alle motivazioni alla sentenza, Alberti ha ribadito che "molti punti oscuri non sono stati chiariti".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Caprile

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...