Caprile

Suicida in cella,protesta detenuti Ivrea

Protesta dei detenuti del carcere di Ivrea, dove la scorsa notte un recluso extracomunitario si è impiccato con un lenzuolo alle grate della sua cella al primo piano destro della casa circondariale. Nel pomeriggio alcuni carcerati si sono rifiutati di rientrare in cella e si sono arrampicati sul muro del cortile passeggi lamentandosi delle condizioni in cui vivono. Lo rende noto l'Osapp, sindacato autonomo di polizia penitenziaria, per voce del segretario generale Leo Beneduci. In questo momento i detenuti stanno protestando battendo le stoviglie contro le inferriate delle celle. "La situazione comincia a farsi esplosiva e i fatti di Ariano Irpino e oggi di Ivrea parlano chiaro. E' sempre più urgente - sostiene Beneduci - che la nuova autorità politica della giustizia dia concreti segnali di innovazione nella gestione delle carceri e nell'organizzazione della polizia penitenziaria. Sommosse, suicidi e aggressioni alla polizia penitenziaria non possono essere il normale andamento delle carceri".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie